Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_berlino

Wo ist Elena Ferrante?

Data:

07/09/2017


Wo ist Elena Ferrante?

Il Rione, luogo della letteratura mondiale, nelle fotografie di Ottavio Sellitti

#primavera_italiana

Il Rione Luzzatti, progettato e realizzato tra gli anni Venti e gli anni Sessanta, è una periferia della città di Napoli a ridosso della Stazione Centrale. È l’ambientazione della tetralogia di Elena Ferrante L’amica Geniale: il Rione, con il suo carico di desideri, di violenza e di affetti tanto eccessivi, diventa, nelle pagine della scrittrice, il banco di prova e l’esempio delle contraddizioni che sottendono la Storia recente della parte occidentale del mondo.

Il reportage, realizzato nel 2016, testimonia cosa resta oggi dei sogni del boom economico: le forme dimesse degli edifici, i nuovi come i vecchi, le strade, ancora polverose, la vita degli abitanti, più spesso soli che in gruppo. In questo modo il lettore potrà comprendere che così come i luoghi del romanzo che sta leggendo sono gli stessi luoghi che attraversa nella sua quotidianità, allo stesso modo le vicende che abitano quei luoghi sono affini alla sua esperienza di vita.

La "napoletanità" del quartiere (le forme opposte del Vesuvio e dei grattacieli del Centro Direzionale che incombono all'orizzonte, i panni stesi al sole, il fruttivendolo con il suo camioncino) è minima, ma presente, per lasciar comprendere come anche in un luogo tanto particolare come la città di Napoli, perdurino e si possano rilevare esattamente gli stessi rapporti, e le stesse contraddizioni, esistenti nella periferia di Parigi, Berlino o Detroit.


Giovedì 07. 09, h.19.00
Inaugurazione della mostra e film

Alla presenza di Ottavio Sellitti, del regista Roberto Faenza e della produttrice Elda Ferri

WHERE IS ELENA FERRANTE?
Il Rione, luogo della letteratura mondiale, nelle fotografie di Ottavio Sellitti

 

All'inaugurazione seguirà la proiezione del film I GIORNI DELL’ABBANDONO dall'omonimo romanzo di Elena Ferrante

R.: Roberto Faenza. Con Margherita Buy e Luca Zingaretti (I 2005, 96’, versione originale con sottotitoli in lingua Inglese).

"I giorni dell'abbandono" è un film del 2005 di Roberto Faenza, ambientato a Torino, tratto dall'omonimo romanzo di Elena Ferrante. Olga, moglie e madre di due figli, viene abbandonata all'improvviso dal marito per una donna più giovane. Per lei inizia un periodo doloroso che la fa sprofondare nella disperazione, che la porta a non mangiare più e nemmeno a dormire. Ma l'incontro con un musicista solitario che vive nel suo stesso palazzo smuove qualcosa. Dopo una discesa all'inferno si può solo risalire. Olga vive un percorso interiore che la porta a capire che non stava impazzendo per l'amore perso, ma ha scoperto cosa significa perdere la dignità e l'essere imprigionata in un ruolo, ruolo di cui ti devi liberare per gustarti a pieno la vita.
(testo: Wikipedia)


La mostra sarà visitabile fino al 10. 11. Orari di apertura: Lun.-Mart. e Ven. ore 10.00–14.00; Merc. e Giov.: ore 10.00–16.00 e durante le manifestazioni serali


Sito di Ottavio Sellitti:
https://osellitti.com/
https://www.flickr.com/photos/ottaviosellitti/




Informazioni

Data: da Gio 7 Set 2017 a Ven 10 Nov 2017

Orario: Dalle 19:00 alle 21:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura di Berlino

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Berlino, Hildebran

2357